Le Bòn, il quadro di Romagna

Oltre al latte altri due componenti caratterizzano questa caciotta di latte vaccino del territorio romagnolo: il Caglio ed il Sale. Il caglio vegetale, il comune cardo selvatico che cresce in Italia. Un’alternativa al tradizionale caglio animale che garantisce caratteristiche organolettiche fresche e delicate.

L’altro ingrediente importante in questa caciotta è il sale dell’Adriatico, una delle saline più antiche in Italia dedicata a Margherita di Savoia. Da questi connubi e dalla maestria dei nostri casari, nasce “Le Bòn, il formaggio quadro di Romagna”. La sua forma è quadrata e di grandi dimensioni, per un peso di circa 1,500.

Una caratteristica importante è la forma di questo formaggio che è quadrata e grande, studiata appositamente per essere tagliata  a fette rettangolari e facilmente utilizzata anche in cucina per preparare piatti e portate.

Come abbinare Le Bòn

E’ un formaggio a pasta dura, morbido al taglio. Oltre ad essere servito come portata con salumi e verdure, ben si abbina con frutta (uva ad esempio o fichi); La sua caratteristica pasta morbida ben si presta in preparazioni in cucina: in panini gourmet, crostini, o sciolto in piatti o condimenti di diverso genere. Il vino da abbinarsi potrebbe essere un Sangiovese superiore se vogliamo rimanere in Romagna, oppure un Barbera, un Montepulciano D’Abruzzo. Ottimo con il Centesimino, vitigno tipico dell’area di faenza di cui si assaporano retrogusti di viola.

Il caseificio Pascoli  racconta, nei suoi formaggi, le conoscenze  che Luciano e Marinella, dopo una vita in mezzo al latte ed ai formaggi, hanno saputo valorizzare, grazie alle tante testimonianze raccolte dalle azdorè della Romagna e dagli archivi della tradizione come le biblioteche e le accademie ma grazie soprattutto alla esperienza e la pratica di una vita da imprenditori del settore.  Luciano e Marinella hanno saputo raccontare le tradizioni della Romagna guardando ancora più lontano di una semplice descrizione, innamorandosi  di quelle tradizioni che da sempre caratterizzano questa regione, ricca di sapori.

Gli ingredienti: latt e vaccino, caglio vegetale e sale di Margherita.

Condividi