Finger Food di formaggi  romagnoli. 
Una tendenza che racconta il territorio, coniugando l’innovazione e la valorizzazione delle eccellenze locali. In anteprima per voi le ricette!
 
 Sani, naturali e di lavorazione artigianle i formagi freshi romagnoli rivisti in simpatici  Finger Food  racontano il territorio partendo dalle tipicità casearie a km 0.  I Finger Food sono indicati in aperitivo  ma anche originali idee per  un antipasto esclusivo! L’idea sperimentata dal Caseificio Pascoli propone  una selezione di formaggi locali in nuova veste: tra gli ingredienti niente preparati nè creme  di chissà che provenienza ma ingredienti genuini e naturali, abbinati a spezie, erbe, fiori e frutta. 
Una proposta innovativa  frutto della collaborazione  tra il caseificio Pascoli e lo chef Claudio Moras.
Abbinate i Finger Food  o alla birra Amarcord la “Gradisca” o  l’ “Ama” oppure a soffisticate bollicine rigorasamente romagnole. 
 
Squacquerone di Romana Dop Caseificio Pascoli e mirtillo
Sono tanti i piatti e le portate che si possono preparare con il più celebre dei formaggi romagnoli, lo squacquerone di Romagna Dop, ma questa volta superiamo noi stessi combinando il territorio e la tradizione locale, con l’innovazione gastronomica. Di seguito alcune  idee per preparare un aperitivo, un antipasto, uno stuzzichino facile, veloce e gustoso. Non solo lo squacquerone ovviamente ma anche ricotta, nuvola di latte, raviggiolo e bazzotto. Tutte specialità territoriali genuine e fresche che con l’arrivo della bella stagione possono garantire ancora di più la buona riuscita di un evento. 
 
Igredienti e tutto ciò che serve
sac a poss
Squacquerone di Romagna Dop,  pepe rosa, mirtilli rossi e una foglia di prezzemolo. La cipolla caramellata, e ancora, pepe verde, aciughe, piccoli crackers. 
Atrezzi: Sac à Poche,  per piccole quantità siringa da pasticcere, una o più ciotole dove amalgamare i prodotti, olio Evo, sale. Per lo squacquerone di Romagna Dop è importante usare quello del caseificio Pascoli perchè molto più dolce rispetto agli altri e valorizza ed esalta il sapore dele spezie e dgli ingredienti usati nella preparazione.
Preparazioni
 
Preparazione squacqueone con mirtilli

Finger food con squacquerone di Romagna Dop e mirtillo rosso. Mantecare lo squacquerone di Romagna Dop, con un poco di olio e sale, aggiungere pepe rosa a granuli (senza esagerare), mischiare bene il composto e lasciar riposare per qualche ora. Inserire il composto in un sac à poche  oppure in una siringa da pasticcere, per poi immetterlo in un  bicchierino, l’effetto sarà un po’ panna montata. Una volta riempito il bicchierino decorate  con un mirtillo rosso e una fogliolina di prezzemolo. 
squacquerone con cipolla caramellata

Altra preparazione con lo squacquerone di Romagna Dop: Stesso procedimento  con lo squacquerone condito con il pepe verde: amalgamare  lo squacquerone di Romagna Dop con il pepe verde a granuli, olio e sale. Potete decorare con la cipolla rossa caramellata o anche non caramellata (vedi foto aonto) e sevire sia nel bicchieroino che in un piccolo contenitore.Fate riposare il tutto in frigo e dopo avere inserito il composto nel sac à poche, immettere il  composto nel bicchierino  aggiungendovi sopra della cipolla rossa caramellata e qualche foglia di erba cipollina per guarnire. Un’altra versione  di finger food è con squacquerone: in una ciotola amalgamare lo squacquerone con olio e sale, inseritelo nella siringa da pasticcere (se la preparazione è casalinga) e nei bicchierini, guarnite con  un’ acciuga ed un piccolo creckers.


Ala Gradisca è una Lager, classicona quindi
Un finger food con la ricotta e la birra Amarcod in pieno stile “Romagna” da usarsi anche nei dolci. Ingredienti: ricotta nuvola di latte, pepe rosa, un bichiere di birra chiara , io consiglio la Gradisca di Amarcord (nella foto), così per restare in Romagna, e  per condire sale e olio Evo.  
Ricotta Nuvola e birra, pepe rosa


Il pepe va tritato (ma non esagerate nelle quantità che poi lo dobbiamo mettere anche in esterno per decorare) e poi amalgamato  con gli altri ingredienti in una ciotola. Per circa 700 gr. di ricotta usare un bicchiere da cucina di birra.  Una volta pronto il composto, inseritelo con la siringa o con il sac a poche, nei bicchierini, guarnite poi con granelli di pepe rosa. 

Il raviggiolo. Anche con questo formaggio si può giocare per fare grandi preparazioni gourmet veloci e pratiche. Prendete un raviggiolo  tagliatelo verticalmente a fette larghe circa due cm e poi ritagliato orizzontale,  ottenendo dei dadi di formaggio.  Posate la fetta  in un piattino o in un bicchierino, aggiungetevi sopra una noce e qualche briciola di pistacchio verde.
Il raviggiolo,  potete anche preparalo con un pomodorino tagliato a metà,  un filo di olio, un pizzico di sale e guarnite con una foglia di basilico. Potete guarnire con dei fiori ad uso alimentare.

Il bazzotto è un formaggio speciale che si addice  a  mille utilizzi e consente tante innovazini in cucina;  Una di queste  in una versione salutista, arricchita di spezie benevoli, per presentarlo nel vostro buffet in nuova veste. Prendete un ravvigiolo e tagliatelo  a dadi con la stessa  modalità già spiegato per il talio del raviggiolo, poi posate il dadino in un piattino e spolverate con un poco di curcuma e  pepe in polvere.


Finger Food Dolce
I Finger Food possono essere anche nella variante dolce, ci sono tante combinazioni da realizzare con i formaggi freschi, noi ve ne proponiamo due con gli stessi formaggi utilizzati per il finger food salato!

Ricotta Nuvola di latte. La Nuvola per chi non la conosce ancora  è un vero e prorio “dolcetto” anche se mangiata al cucchiaio senza essere prima lavorata; cremosa e dolce, questa ricotta è di gradevole sapore e morbida consistenza. Lavorate la Nuvola di Latte, come descrivo qui sotto, per ottenere un dolce Finger Food, fresco e gustoso. 
Ingredienti: Nuvola di Latte, fragole, miele di acacia. Amalgamate in una ciotola  la ricotta e qualche cucchiaio di miele di acacia, mescolate bene e con il sac à poche inserite  la ricotta in un bicchierino, poi decorate con una fragola , un po’ di miele di acacia. Potete  usare anche un lampone e o un mirtillo.
Potete fare una versione con la ricotta e il miele, mettendo nella base del bicchierino degli amaretti o biscotti secchi sbriciolati e sulla superficie un cucchiaino di marmellata (meglio non troppo dolce).
Una versione dolce con lo squacquerone di Romagna Dop invece va preparata amalgamando lo squacquerone di Romagna in un recipiente con un po’ d’olio poi nel bicchierino guarnire con del fico caramellato e un pezzettino di biscotto secco.

Birra Ama, prodotta da Amarcord
Se pensate di creare un alternativo ma in stile Romagnolo, vi consiglio di abbinare ai Finger Food una birra chiara, o in versione chic  delle bollicine sempre del territorio! Per la birra mi piace la Ama, oltretutto richiama il miele  usato anche in alcuni Finger, particolare e raffinata   

( http://www.birraamarcord.itbirre/ama/bionda.html ) questa  bionda,  ha un eleganza proria ed è  prodotta da Amarcord:  i tre luppoli si fondono con miele d’arancio di Sicilia per questa bionda creata in Italia, a Rimini ma pensata in America.  Oppure la celebre Gradisca ( http://www.birraamarcord.it/birreclassiche/la_gradisca.html ) di cui nome evoca Federico Fellini, Lagher chiara italiana con 100% malto.

Condividi